Il Morellino di Scansano

Il Morellino di Scansano
Prodotto in un territorio che vanta una attività vinicola sin dall’epoca etrusca e romana, il Morellino di Scansano, già nel 1978, ottenne il riconoscimento di vino D.O.C. e, nel 2006, quello di Denominazione di Origine Controllata e Garantita, con approvazione del relativo disciplinare. Il vino presenta un colore rosso rubino intenso, tendente al granato con l’invecchiamento; all’olfatto è intenso, fine, fresco, fruttato, con sentori di frutti rossi, marasca, molto spesso prugna. Etereo, può presentare sentore di legno; al gusto è secco, caldo, leggermente tannico, morbido con l’invecchiamento. Il titolo alcolometrico volumico totale minimo è di 12,50% vol per il Rosso e di 13,00% vol per la Riserva, che deve essere sottoposta ad un periodo di invecchiamento non inferiore a due anni, di cui almeno uno in botte di legno. Il periodo di invecchiamento decorre dal 1 Gennaio successivo all’annata di produzione delle uve. L’acidità totale minima non deve essere inferiore a 4,50 g/l; l’estratto non riduttore minimo di 24,0 g/l per la tipologia Rosso e 26,0 g/l per la Riserva.