LA LAGUNA DI ORBETELLO

LA LAGUNA DI ORBETELLO
L’estensione della Laguna di Orbetello è di circa 27 Km/q. la profondità media è di 1 metro circa, la massima non supera i 2 m.

È separata dal mare a ponente e a levante da due strisce di terra lunghe circa 6 km (i Tomboli sabbiosi della Giannella a NW e della Feniglia a SE) e ad ovest dal promontorio dell’Argentario. Un ponte artificiale (la Diga Leopoldiana) collega Orbetello al Monte Argentario e divide la laguna in due parti: la Laguna di Levante e la Laguna di Ponente. In passato l’economia di Orbetello era basata sullo sfruttamento della Laguna di Orbetello e sulla pesca. Le acque della laguna sono infatti ricche di pesce pregiato come spigole, orate, muggini e anguille. Il pesce viene lavorato in loco e venduto in molti mercati d’Italia e anche all’estero. Pregiata è la produzione della bottarga di muggine e la preparazione dell’anguilla sfumata che sono senza dubbio il piatto tipico locale.

La laguna è una zona umida di importanza internazionale. In essa nidificano o transitano di passaggio molte specie di uccelli, fra i quali il Cavaliere d’Italia, il fenicottero rosa, l’airone bianco maggiore, il falco pescatore, la spatola, l’avocetta, il cormorano e varie specie di anatre. Parte della Laguna di Ponente è protetta nell’oasi del WWF della Laguna di Orbetello e del bosco di Patanella.

A causa dello scarso apporto di acqua dal mare e dell’immissione di scarichi ricchi di nitrati e di sali di potassio, provenienti dalle colture agricole, che hanno determinato il proliferare delle alghe ed il conseguente impoverimento di ossigeno, la Laguna di Orbetello è un ambiente ad alto rischio. Per consentire la sua protezione sono stati emanati numerosi provvedimenti di legge ed è stato costituito l’Istituto del Commissario della Laguna di Orbetello.

Le visite alla laguna di Orbetello sono organizzate dal primo settembre al 30 aprile il sabato e la domenica. E’ aperta dalle ore 9:30 alle ore 15:00, mentre per le scolaresche in altri giorni con prenotazione obbligatoria presso il Casale della Giannella (presso il quale è possibile visitare il Museo, il Centro di Educazione Ambientale e pernottare presso la foresteria).

Oasi della Laguna: tel./fax 0564/870198
Casale Della Giannella: tel./fax 0564/820297