Antiche strade etrusche: le vie cave

A Sud-Est della provincia di Grosseto il territorio assume colori contrastanti che vanno dal giallo chiaro della roccia el verde rigoglioso della vegetazione, all'azzurro intenso del cielo. La particolarità dei contrasti è data dalla presenza di vasti altopiani di tufo, una pietra vulcanica morbida e malleabile data dalla solidificazione e dal compattamento delle ceneri eruttive del vulcano che, in tempi molto remoti, ha modellato il territorio circostante grazie alla propria attività eruttiva: il monte Amiata.
Su questo territorio davvero particolare scorrono due fiumi, il Meleta e il Lente, che hanno pian piano scavato e modellato la roccia, creando i presupposti perchè fosse scavato e "costruito" un sistema stradale fuori dal comune: le vie cave. Queste sono una vera e propria ragnatela di strade il cui piano di calpestio si trova oggi a circa 15/20 metri di profondità. In passato collegavano i tre centri abitati dell'area del tufo (Pitigliano, Sovana e Sorano) e attraversavano anche le necropoli: per questo erano considerate vie sacre.
L'aspetto forse più interessante di queste antiche vie di comunicazione è  il fatto che sono diventate dei veri e propri ambienti naturali a se stanti. Le pareti tufacee alte a strapiombo impediscono ai raggi solari di permeare e consentono la crescita di vegetazione da ambiente umido e fresco, come felci, orchidee, muschi e licheni.
Se le percorrete, anche solo per un tratto, non sarà difficile notare nicchie scavate sulle pareti a volte ospitanti immagini sacre, a volte vuote: queste nicchie venivano usate come deposito per candele o offerte e servivano per tenere lontano il male da quei luoghi: le vie cave infatti in epoca medievale erano considerate pericolose e custodi di energie maligne e, per questo motivo, "bonificate" ed esorcizzate tramite la creazione di tabernacoli ed edicole sacre.
Fare una passeggiata nelle vie cave vi permetterà di apprezzare contemporaneamente storia e natura di una delle aree più belle e suggestive della nostra provincia.

28
mag