EX IDROSCALO E CROCIERE ATLANTICHE

EX IDROSCALO E CROCIERE ATLANTICHE
La Laguna di Orbetello, fin dal 1916, fu ritenuta un campo favorevole per l’Aviazione. L’Idroscalo sorge sulla stessa zona dell’antico “Glacis” che, al tempo delle fortificazioni spagnole, era un campo trincerato. Su progetto dell'architetto Pier Luigi Nervi  in pochi anni fu trasformato in uno dei più attrezzati aeroporti della nazione: da qui partirono le Crociere Atlantiche della Regia Aeronautica.. I criteri di valutazione che decisero la scelta di Orbetello quale sede dell’Idroscalo comprendevano requisiti quali uno specchio d’acqua poco profondo con regime ondoso tranquillo, interessato da venti predominanti con direzione sud-ovest nord-est

L'infrastruttura assunse ben presto importanza internazionale e, tra il 1927 e il 1933, fu la base di partenza per le trasvolate atlantiche di Italo Balbo, le quattro crociere che segnarono una tappa fondamentale nella storia dell'aviazione mondiale. Nel 1931 ebbe il riconoscimento ufficiale, con l’istituzione della scuola di Navigazione Aerea di Alto Mare.

Durante la seconda guerra mondiale, l'idroscalo venne distrutto dalle forze di occupazione tedesche (1944), tanto che nel dopoguerra, anziché procedere alla ricostruzione, ne fu decisa la trasformazione in parco cittadino, denominato Parco delle Crociere.