Tesori di Maremma: la Villa Granducale

Nel cuore del Parco della Maremma, su un’altura che domina il piccolo paese di Alberese sorge la Villa Granducale, maestosa costruzione quattrocentesca caratterizzata dalle classiche forme rinascimentali. Si presenta come un imponente edificio a tre piani, con due terrazze laterali di diversa grandezza, poste al primo piano.

Il complesso, costruito per volere del Priore dell’Ordine dei Cavalieri di San Giovanni di Gerusalemme alla decadenza dell’Abbazia di Santa Maria in Alborensis (oggi San Rabano), era originariamente la sede dello stesso Ordine. Nel corso dei secoli ha subito numerose modifiche: venne arricchita, nel tardo XVI secolo, della piccola cappella di Sant’Antonio Abate e, una volta passata in possesso dei Granduchi di Toscana, venne trasformata in Fattoria Granducale, inglobando la chiesa nelle mura del complesso. Nei primi anni Novanta è stata sottoposta ad un’ampia opera di restauro durante la quale sono state restaurate alcune stanze al piano terra, tra cui la Sala della Caccia, dal 1999 sede di rappresentanza della Regione Toscana. Il resto della struttura è stata trasformata in Agriturismo ed è di pertinenza dell’Azienda Agricola Regionale Alberese: la maggior parte degli ambienti, pertanto, è accessibile solo agli ospiti della struttura ricettiva, compresi i giardini. La sola parte aperta al pubblico rimane la piccola cappella di Sant’Antonio Abate che è fruibile solo durante la funzione della Domenica delle Palme.

01
dic