Guanciale

Il Guanciale ha forma tondeggiante e pezzatura sui 500 grammi circa.

Storia e tradizione

La tradizionalità del prodotto è legata alla particolare tecnica di trasformazione.

Dopo la rifilatura, le parti (guance) vengono disposte su assi di legno e quindi salate e pepate. Per la stagionatura, il guanciale viene appeso all’interno di appositi locali.

Area di produzione

Si produce, con alcune varianti, in tutta la Toscana, in particolare nelle province di Siena e di Lucca. Questa produzione artigianale interessa buona parte dei salumifici e delle norcinerie toscane. Si produce da settembre a giugno.

Come gustare

Si consuma come antipasto, abbinato a vino rosso e pane toscano.