SANTUARIO DELLA MADONNA DI VAL DI PRATA

Il Santuario si trova a Monticello Amiata. Si accede dal parco della Rimembranza poco fuori dal paese, è ricordato sin dal 1198 in un documento di Papa Innocenzo III nel primo anno del suo pontificato dove senza dire il titolo riconosce all’abate di San Salvatore “il potere che avete sulla chiesa dentro al castello e sulla chiesa fuori dal castello. Nel 1218 troviamo l’atto di papa Onorio III che parla della chiesa all’interno del castello e della chiesa di Maria di Val di Prata; da questi ed altri documenti possiamo dedurre che gia prima del 1000 esisteva in quel luogo un tempio dedicato alla Vergine.  Trasformato tra il 1847 e il 1865, contiene due altari seicenteschi, dedicati a Sant’Antonio (1692) e alla Madonna del Carmine (1691), dove è posta la pala della Madonna del Carmine, Santa Teresa d’Avila, Santa Elisabetta d’Ungheria, San Filippo Neri e Sant’Elena attribuita a Giuseppe Nicola Nasini. Inoltre è presente nella chiesa una tavola di fine XV secolo denominata Madonna della Consolazione, rimaneggiata nel corso dei secoli, molto venerata e ritenuta miracolosa.

11
Nov